News
Senza riforme non ci sarà ripresa!

La Regione ha voluto creare un "compartone unico" con dentro tutti i settori economici con pure l'aggiunta della forestazione.
La motivazione e'  collegata alla necessità di avere una visione comune per ricominciare a ragionare di programmazione.
Non c'è dubbio alcuno che tale scelta di riorganizzazione ha prodotto un transatlantico carico di incombenze,  al punto che lo vedremo naufragare molto presto.
Infatti, fin d'ora, non si è visto neanche un briciolo di programmazione sia per quanto riguarda le tante crisi industriali presenti sul territorio, sia per il coordinamento delle finanziarie regionali che sono lasciate al loro destino con il risultato che la Regione non sa che cosa fa l'una rispetto l'altra.
Crisi industriali nei confronti delle quali la Regione sembra interessarsi solo delle grandi aziende (certamente è sacrosanto farlo) che danno occupazione a migliaia di lavoratori ma che non si preoccupa con altrettanta solerzia delle moltissime piccole aziende che si stima, danno lavoro quattro volte di più delle grandi.
E anche in questo caso, quanto accade e' dovuto a un'assenza di programmazione per affrontare con efficacia la crisi in atto.
Le partecipate regionali non hanno un idoneo coordinamento, gli interventi finanziari alle imprese risultano essere il più delle volte sconosciuti nell'ambito delle finanziarie stesse, con il risultato che l'intervento viene vanificato non raggiungendo l'obiettivo di sostenere l'impresa.
Una situazione che probabilmente segnerà ancora il passo considerato che le entrate della Regione sono venute meno e che il trend di decrescita continua ancora.
Se si considera che la legge finanziaria regionale del prossimo anno potrebbe avere minori entrare per oltre un miliardo e duecento milioni di euro e che dopo aver spesato i principali comparti di sanità, autonomie locali, personale e trasporti non rimarrebbero altri stanziamenti per lo sviluppo, la situazione sarebbe drammaticamente irrimediabile.
Quindi, la mancanza di qualsiasi programmazione che attraverso riforme radicali consenta di recuperare risorse, non darà alcuna possibilità per aiutare i comparti produttivi.
Purtroppo, da parte del governo Serracchiani non si vedono impostate politiche preludio di riforme lungimiranti per ridare un ruolo guida alla Regione che diversamente corre l'alto rischio di continuare a perdere inesorabilmente terreno.
L'imperativo della politica regionale dovrebbe essere quello di procedere subito con la stagione delle riforme radicali senza le quali non ci potrà essere speranza di ripresa.

 

Addì, 04 ottobre 2013

Archivio News

2021

2020

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale